Insieme a LINES e a Fondazione Umberto Veronesi per il progetto Pink is Good

You-n insieme a Lines per Pink is Good

Quanto sono importanti i dettagli, i piccoli gesti nella vita di tutti i giorni?

Tanto, diciamo noi, perché sono quelle azioni che fanno la differenza.

Esistono dei grandi progetti, ambiziosi, complessi ed emotivamente impegnativi, non solo per chi li porta avanti, ma anche per coloro a cui si rivolgono, che hanno successo grazie alla collaborazione di tanti, di chi ci crede ed ha fiducia in quell’idea, anche se la riuscita non è assicurata.

Pink is Good, progetto di Fondazione Umberto Veronesi, è uno di questi: è dedicato a tutte le donne, esclusivamente a loro, è un progetto di ricerca finalizzato a sconfiggere il tumore al seno attraverso il finanziamento di borse di ricerca per giovani medici e scienziati specializzati in questa malattia, per la quale oltre 48.000 donne si ammalano ogni anno. Ma Pink is Good non è solo questo, è anche sensibilizzazione dell’opinione pubblica femminile e prevenzione, indispensabile per individuare la malattia nelle primissime fasi ed avere così il 90% di possibilità di guarire.

Tra le tante aziende illuminate che sostengono questo progetto tutto rosa c’è LINES che si schiera ogni giorno accanto alle donne italiane, in special modo a quelle che combattono contro la propria malattia.

L’8 marzo scorso, in occasione della Giornata internazionale della donna, insieme a LINES abbiamo lanciato una importante iniziativa volta da un lato a creare consapevolezza sulla malattia, attraverso informazioni e consigli sul tema della prevenzione dei ricercatori della Fondazione Veronesi pubblicati sul sito lines.it/pinkisgood e siti collegati, e dall’altro a contribuire a sconfiggere il tumore al seno donando minuti alla ricerca scientifica.

La Ricerca ha cambiato la vita di migliaia di donne, ma non è ancora arrivata al traguardo più alto, ovvero trovare “la cura” contro il tumore al seno, perché non ne esiste un solo tipo, ne esistono alcuni difficili da curare. Ecco perché la Ricerca deve andare avanti, per continuare a individuare soluzioni innovative in terapie e farmaci, e anticipare quanto più possibile la diagnosi, per debellare definitivamente il tumore al seno.

Per tutte le donne.

     

Partecipa alla discussione

Non è stato inserito ancora nessun commento, inizia tu!